Blog I Consultant

Fatturazione Elettronica dal 01 gennaio 2019

 Articolo del 20/11/2018
Dal 1 gennaio 2019 diventerà obbligatoria la Fatturazione Elettronica, un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione.
Il nuovo formato in cui le fatture elettroniche devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate è un formato digitale chiamato XML, un linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi contenuti in un documento, verificando così le informazioni ai fini dei controlli previsti dalla legge.
Il sistema della trasmissione della fattura elettronica può essere sintetizzato in tre semplici punti:
SOGGETTO EMITTENTE DELLA FATTURA (VENDITORE) , che una volta emessa la fattura nel formato xml la invia direttamente o tramite intermediario al sistema di interscambio.
SDI – SISTEMA DI INTERSCAMBIO, che riceve la fattura emessa in formato xml, la controlla verificando che nel nome del file sia riportato il “codice paese” (ad esempio IT per Italia), l’”identificativo univoco del soggetto trasmittente” (che sarà il Codice Fiscale o la Partita Iva) e infine il “Progressivo univoco del file” (formato da massimo 5 numeri).
Successivamente potrà accettarla e inoltrarla al destinatario o scartarla, qualora non rispetti i 3 punti appena citati, e trasmettere la ricevuta di scarto al soggetto trasmittente.
SOGGETTO DESTINATARIO DELLA FATTURA (ACQUIRENTE), che riceve direttamente o tramite intermediario la fattura d’acquisto. Una volta visionata potrà accettarla qualora la fattura gli risulti corretta (quantità, costi, ecc…) o rifiutarla qualora non sia conforme con quanto concordato con il venditore.
 
Monica Martinuzzi - Consulente fiscale