Lavorare per obiettivi: uno strumento strategico per ogni azienda

Lavorare per obiettivi è uno degli strumenti strategici più importanti per le aziende.

Ma cosa significa concretamente? 

Vuol dire porsi periodicamente dei traguardi e organizzare il lavoro sulla base di risultati da raggiungere nel breve e lungo periodo.

I due punti cardine di questo approccio lavorativo, sono gli obiettivi e le tempistiche, che devono essere stabilite in partenza, praticabili e, cosa più importante, condivise tra lavoratore e impresa.

L’utilizzo di questa metodologia lavorativa comporta uno sforzo iniziale considerevole sia per il dipendente che per l’azienda perché le basi del progetto o della mansione sono gli elementi fondamentali per il suo successo. 

Esso vuol dire anche trasparenza da entrambe le parti, prefissare scopi efficaci e raggiungibili, supportarsi durante le varie fasi del lavoro. È in questo modo che gli obiettivi non si trasformano in un ostacolo, ma rimangono un valido strumento per raggiungere importanti risultati insieme.

Indice

Un'opportunità unica per le azienda

L’organizzazione per obiettivi è un’occasione unica per le aziende e, se ben gestita e affidata ai giusti collaboratori, porta dei vantaggi sia in termini di produttività, sia in termini di guadagno. Fissare dei traguardi professionali e lavorare per realizzarli, aumenta il grado di produttività del dipendente e, di conseguenza, dell’intera azienda.

I lavoratori non si occupano solo dello svolgimento, ma sono i primi ad impegnarsi nella programmazione della propria attività. In questo modo la qualità del risultato è senz’altro maggiore perché entra in gioco, anche, la variabile personale, che è fondamentale.

Inoltre, porsi degli scopi, consente alle aziende di concentrarsi molto di più sui risultati da raggiungere e quindi sulla pianificazione strategica della propria attività.

Questo rappresenta un’opportunità aggiuntiva per rendere l’impresa funzionante e ottenere non solo maggiori guadagni di tipo economico ma anche di stabilità interna e di forza lavoro.

Essere più motivati e responsabili

Perché per le aziende è sempre più importante poter contare su un personale capace di lavorare per obiettivi?

Innanzitutto, porsi degli obiettivi e lavorare per raggiungerli, permette ai dipendenti di sentirsi motivati, oltre che a sviluppare un maggior grado di chiarezza e trasparenza relativa alla propria attività professionale. 

Infatti, può succedere di trovarsi a lavorare su un progetto senza sapere a cosa serve e qual è il contributo che stai dando all’azienda stessa. Avere scopi chiari e ben definiti, ti aiuta anche a conoscere meglio il tuo lavoro ed il significato di esso. 

Organizzare il lavoro per raggiungere dei risultati significa anche costruire e consolidare il tuo grado di responsabilità. Infatti, una volta fissato uno scopo, lavorerai arduamente e dunque manifesterai tutta la tua responsabilità per saper gestire il tuo lavoro e rispetterai delle tempistiche che ti permetteranno di raggiungere i tuoi obiettivi prefissati.

Come fare a fissare degli ottimi ed efficaci traguardi

Fissare dei traguardi professionali è un atto soggettivo, poiché dipende dal lavoro che svolgi, dalle tue mansioni, ma soprattutto dalle tue aspirazioni professionali e dal tuo approccio al lavoro.

Tuttavia alla base di tutto, è necessaria la buona volontà. Devi sentirti motivato a voler migliorare te stesso, il tuo lavoro e soprattutto le tue performance. Passione, interesse, curiosità e voglia di fare sono variabili importanti anche per una crescita professionale, che permette di rendere il tuo raggiungimento degli obiettivi ancora più efficiente.

Da dove cominciare?

Per organizzare al meglio il proprio lavoro è utile seguire degli spunti per raggiungere dei buoni risultati

 

  • Chiarire gli obiettivi. Questo rappresenta il punto fondamentale del tuo lavoro, quindi è necessario non aver timore di fare qualche domanda in più o di approfondire la questione con il tuo datore: capire a fondo qual è il risultato che ci si aspetta da te (in termini qualitativi e quantitativi) è il primo passo per raggiungerlo.

 

  • Individuare i tuoi sotto-obiettivi quantitativi. Il modo migliore per procedere con metodo chiaro ed efficiente,  ed evitare spiacevoli sorprese, è suddividere le mansioni giornalmente e per fascia oraria. In questo modo potrai avere sotto controllo l’andamento del tuo lavoro e capire quando hai bisogno di accelerare per non sforare.

 

  • Distinguere anche per sotto-obiettivi qualitativi. Quando il tempo scarseggia è difficile raggiungere il miglior risultato. Eppure, questo può capitare in molte aziende, quindi il modo migliore per fare bene è fissare degli obiettivi qualitativi in linea con le aspettative. 

 

  • Sfruttare il lavoro di squadra. Saper organizzare il lavoro per raggiungere dei risultati è un’attività che generalmente viene svolta dalla singola persona, ma confrontarsi con i colleghi è sempre un passo importante da prendere in considerazione, in modo da ricavare feedback, consigli e spunti. Inoltre, il sostegno sociale è essenziale a livello psicologico: correre per un bene comune dà la forza di superare anche i più grandi ostacoli.

 

Gli OKR (Objectives and Key Results)

Una buona strategia di pianificazione degli obiettivi e misurazione dei risultati è un elemento chiave e di differenziazione per un’azienda.

Il metodo OKR è uno degli strumenti che permette di mettere in pratica questa strategia.

L’acronimo OKR significa Objectives and Key Results, in italiano “obiettivi e risultati chiave”, e oltre ad essere un metodo molto efficiente nella definizione degli obiettivi e nella monitorizzazione dei progressi, può essere adoperato per allineare e coinvolgere tutti i membri dell’azienda, in modo che gli obiettivi di business siano soddisfatti.

Gli obiettivi (Objectives) sono il “luogo”, o l’ambizione, che si vuole raggiungere, i risultati (Key Results) sono la direzione da seguire. I risultati non sono bersagli da centrare, ma aspirazioni che possono essere più o meno grandi. 

Gli OKR sono utilizzabili in vari contesti e operano molto bene anche come framework di crescita per l’individuo o l’organizzazione.

Con questa metodologia la persona e il team non vengono mai premiati in base ai risultati raggiunti e penalizzati per quelli non raggiunti, anzi, gli OKR sono lo strumento che conduce ai risultati e non un mezzo per definire i bonus.

Conclusioni

Lavorare per obiettivi con il corso del tempo sta diventando uno strumento essenziale di cui ogni azienda non può fare più a meno. Le imprese, infatti, mirano a raggiungere il miglior risultato e questo è possibile attraverso una buona organizzazione del lavoro.

Oggi sono tante le aziende che cercano questa particolare abilità nei propri dipendenti, perché l’organizzazione del lavoro basata sui risultati prefissati è una soft skill (di cui abbiamo parlato in questo articolo) molto importante.

Per questo i candidati hanno iniziato ad inserire anche questa tra le loro soft skill nel Curriculum Vitae.

Share on

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi periodicamente le pubblicazioni del mondo ICO

LE ULTIME PUBBLICAZIONI

Vuoi conoscerci meglio?